PODERI BORSELLI

Azienda biologica ad energia rinnovabile

Castel del Piano (GR) - Fraz. Montegiovi, Monte Amiata
www.poderiborselli.com
info@poderiborselli.com
Tel. +39 328 3720930

Olio extravergine di oliva Igp Toscano e Dop Seggiano, vino Montecucco DOCG. Fotovoltaico, biomasse (nocciolo di oliva e potature olivo)

Nasce nel 1996 da un’idea di Fausto Borselli che, con l’impianto di olivi e viti, inizia la produzione biologica di Olio Extravergine di Oliva Toscano IGP e Vino MontecuccoRosso DOC.

Vengono rilevati terreni incolti e scelte cultivar, ognuna con caratteristiche diverse e con particolarità ben precise, per creare delle selezioni di oli molto ampie così da soddisfare un’ampia fascia di consumatori.

Dal 2005 Davide Borselli prende il posto di Fausto, apre il mercato ad un pubblico più internazionale e crea le tre attuali selezioni aziendali: Etichetta Oro DOP (monocultivar di Olivastra Seggianese certificata DOP), Etichetta Argento (Correggiolo, Frantoio, Leccino e Olivastra), Gocce di Montegiovi (Olivastra, Frantoio e Leccino).

Sempre da agricoltura biologica sono i vini: Marracone Montecucco DOCG (Sangiovese in purezza), Maremma Toscana IGT Intregona (Moscato, Malvasia e Trebbiano), ed il passito Primo Passo di Montegiovi (Aleatico e Moscato).

Nel 2006 inoltre apre nella struttura il ristorante L’Olivastra, con cucina biologica a Km zero, per ampliare il concetto di degustazione dei prodotti aziendali ed accogliere i clienti all’interno del suo ambiente ad ampie vetrate, facendo vivere l’emozione della “Conca d’Oro”: la vallata incontaminata di ulivi tra Montegiovi e Seggiano.

L’impatto ambientale dell’azienda è prossimo allo zero (grazie al recupero dei sottoprodotti derivanti dalla lavorazione del frantoio): la produzione di energia elettrica e termica è da fonti rinnovabili, con un risparmio di circa 150 q/anno di CO2.

La caldaia a biomassa è alimentata dal nocciolino proveniente dalla sansa del frantoio aziendale e dalla potatura degli ulivi secolari e viene utilizzata per tutto l’inverno per scaldare sia la struttura che l’acqua.

L’ impianto fotovoltaico da 20 Kw (in funzione dal 2009) permette all’azienda di lavorare le proprie olive e quelle dei clienti senza utilizzare combustibili fossili. Nel periodo di riposo del frantoio l’energia in eccesso viene immessa in rete. Le acque di vegetazione vengono inoltre utilizzate per fare fertirrigazione e la polpa di scarto come concime naturale.

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi